mercoledì 27 novembre 2013

ROMA. SORA LELLA SCARICA IN UN CORTILE!

Sora Lella, l'abbiamo chiamata così, è stata letteralmente "scaricata" in un cortile completa di libretto, vive lì e per ora non la cacciano, la mia amica le porta da mangiare e la ha messo la cesta con la coperta, ma sarebbe meglio trovarle casetta prima che arrivi qualche condomino malintenzionato e la faccia sloggiare. È buonissima!
Sora Lella ha un anno, è vaccinata, sterilizzata, Fiv/Felv negativa.
Adottabile a Roma, Firenze, Genova, La Spezia, Bologna, Modena, Milano, Brescia dopo colloquio preaffido.
NO giardino, cortile o piano terra.
Per Info: Manuela 
cell: 3478402921 
mail: m.perli20@hotmail.it

giovedì 21 novembre 2013

ROMA: ADOZIONE DEL CUORE URGENTISSIMA PER NONNA CECILIA...

...gattina stracoccola!
Cecilia è stata abbandonata nella colonia dei mici che abitualmente sfamiamo. Buonissima, deperita, disidratata, senza dentini e senza forza nelle zampette, Cecilia cercava disperatamente il calore di una mano. Ovviamente la gattara non ha avuto il coraggio di lasciarla per strada perché si capisce subito che è una gattina abituata in casa, ma ridotta a uno straccetto perché chi l'ha tenuta di sicuro non l'ha mai portata da un veterinario. Cecilia ha subito mostrato i suoi problemi di salute, era inappetente e dimagriva giorno dopo giorno, impossibile non farle le analisi e almeno il test fiv felv (per fortuna è negativa).
Purtroppo le analisi denotano una gravissima infezione che per fortuna con l'antibiotico sta già rientrando. Cecilia ha bisogno urgentemente di qualcuno che la accolga per quel poco che le resta. Sarebbe meglio non farla viaggiare. C'è qualcuno su Roma disposto a regalarle un po di mesi al caldo? Inoltre, considerata la situazione in cui ci troviamo economicamente chiedo se qualcuno è disposto a sostenere i costi delle analisi, va bene anche un'adozione a distanza. 
Grazie, Cecilia!
per info: Monia 3200717964 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
Loredana 3478533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
È gradita una lettera di presentazione a 200869@libero.it
Per aiutarci a sostenere le spese:
-IBAN IT57T0200839453000102570486 conto corrente intestato a "I Mici di Lory"
-POSTE PAY N. 4023600615802123 intestata a Loredana Alfano LFNLDN69M60F839B

ROMA: GATTINI NINO E FABIANO ADOTTATI!

Sabato mattina sono uscita molto presto per la solita staffetta. La strada era deserta, da lontano vedo un ammasso di pelo, una gatta simil main coon stupenda oramai morta. Con le lacrime e con gli occhi chiusi la sposto dalla carreggiata. Risalgo in auto e penso a come è iniziata la mia giornata. Dopo aver consegnato i mici in partenza avverto la gattara, qualcosa mi dice che quella gatta ha lasciato qualcuno e infatti...eccoli Nino e Fabiano e altri 2 piccolini (uno sempre rosso) che per il momento posso solo andare a sfamare fino a quando non sistemo loro. Hanno quasi 4 mesi, sono dolcissimi ed erano affamatissimi, la loro mamma si è sacrificata per loro ed è per questo che bisogna salvare tutti i suoi piccolini. 
Per il momento sono stato sverminati, presto saranno vaccinati.
NO giardino, cortile o piano terra.
per info: Monia 3200717964 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
Loredana 3478533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
E' gradita una lettera di presentazione a 200869@libero.it

ROMA: ALBICOCCA ADOTTATA

Albicocca...così l'ho chiamata dopo 10 giorni che era a casa mia e finalmente ha messo da parte la sua paura e si è lasciata accarezzare, facendo vedere tutta la sua dolcezza....l'ho trovata all'interno di un cantiere, tutta sola dormiva tra i calcinacci...per qualche giorno gli ho portato da mangiare, era molto diffidente, mangiava solo quando vedeva che mi allontanavo, poi con l'aiuto di un'amica sono riuscita a prenderla...i primi 10 giorni non sapevo nemmeno se era maschio o femmina perché appena sentiva che entravo in bagno (dove ho attrezzato tutto per lei) scappava terrorizzata sulla zanzariera fin sopra l'anta della finestra...poi pian piano, senza forzarla, con la dolcezza, evitando di spaventarla ulteriormente ho conquistato la sua fiducia....ha imparato ad usare la lettiera, non fa danni, non fa un fiato...sta sempre buona buona e aspetta me per un po' di grattini.
Per lei cerco una bella adozione...con una persona paziente e che sappia rispettare i suoi tempi di adattamento.
Albicocca avrà circa 5 o 6 mesi massimo.
NO giardino, cortile o piano terra.
Per Info: Natascia tel: 3475179330

ROMA: MAYA GATTINA ORFANA, LA SUA MAMMA NON C'E' PIÙ' E...

...lei è rimasta sola nella sua casa dove è stata sempre in compagnia.
Inutile dire che i parenti non la vogliono e a breve la casa sarà affittata, urgentissimo!
Maya non può passare dal lettone al gabbione! Maya è sterilizzata.
E' adottabile a Roma, Firenze, La Spezia, Genova, Bologna, Modena, Brescia e Milano dopo controllo preaffido (NO giardino, cortile e piano terra).
Per info: Monia 320 0717964 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
o Loredana 347 8533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere).
E' gradita una lettera di presentazione al 200869@libero.it

ROMA: GATTINO BATUFFOLO HA TROVATO CASA

...in un gabbione, urge adozione!
Batuffolo ha circa 6 mesi, è un gattino dolcissimo e coccolissimo.
Come tutti i cuccioli avrebbe bisogno di correre e saltare, urge un'adozione, è in gabbia già da un mese.
Adottabile a Roma, Firenze, Genova, La Spezia, Milano, Brescia, Modena, Bologna dopo colloquio preaffido.
NO giardino, cortile o piano terra.
Info: Monia 3200717964 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
Loredana 3478533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
È gradita una lettera di presentazione a 200869@libero.it

ROMA: MARZIO ADOTTATO

Oramai allo stremo, noi volontarie con le case ancora piene di gattini di pochi mesi che la gente non considera più cuccioli, siamo giunte alla conclusione che non possiamo più raccogliere gatti perché le adozioni sono veramente scarse e spesso la gente ci fa solo perdere tempo. 
Marzio è venuto a casa mia solo per farsi fotografare e poi è stato rimesso sul territorio, non c’è posto nemmeno in pensione perché siamo piene e le nostre tasche sono vuote. Marzio è un gatto giovane, è stato lasciato nella nostra colonia e non sa difendersi. 
Confido in un’adozione a distanza per la castrazione e il test. 
Grazie!
Per info: Monia 320 0717964 (NO SMS, per motivi di lavoro non semore posso rispondere)
o Loredana 347 8533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non semore posso rispondere).
Marzio è adottabile a Roma, Firenze, La Spezia, Genova, Savona, Bologna, Modena, Brescia e Milano dopo controllo preaffido (NO giardino, cortile e piano terra).
E' gradita una lettera di presentazione al 200869@libero.it

ROMA. NICOLETTA LA MICIA DEL PORTIERE RIMASTA SOLA!

In realtà Nicoletta non ha mai avuto una casa ma è talmente buona che si è lasciata adottare dal portiere di uno stabile che purtroppo è deceduto. Ovviamente i condomini hanno deciso di liberarsi di lei spostandola di circa 3 km, che furbi.... 
Ovvio che Nicoletta aveva perso il senso di orientamento, il vaso della pianta che le faceva da cuscino e soprattutto non aveva più una ciotola piena. Una signora l'ha riconosciuta e l'ha riportata presso lo stabile ma i condomini ancora una volta l'hanno allontanata. Ora è in un gabbione, urge uno stallo o un'adozione. 
E' molto giovane ed è stata sterilizzata. 
Nicoletta è adottabile a Roma, Firenze, La Spezia, Genova, Savona, Bologna, Modena, Brescia e Milano dopo controllo preaffido (NO giardino, cortile e piano terra).
Per info: Monia 320 0717964 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
o Loredana 347 8533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere).
E' gradita una lettera di presentazione al 200869@libero.it

ROMA, BABETTE ADOTTATA!

Dolcissima, coccolosissima, fusacchiotta e bellissima.... questo è Babette.
Ha 4 mesi, un pelo foltissimo e presto sarà vaccinata.
Babette è adottabile a Roma, Firenze, La Spezia, Genova, Savona, Bologna, Modena, Brescia e Milano dopo controllo preaffido (NO giardino, cortile e piano terra).
Per info: Monia 320 0717964 (NO SMS, per motivi di lavoro on sempre posso rispondere). 
E' gradita una lettera di presentazione a momagatti@gmail.com

ROMA: GATTINA MINU' HA TROVATO CASA

Dopo tre mesi di appelli e dopo tre mesi di vita in gabbia, questa dolcissima gattina con un handicap impercettibile non ha ancora trovato casa. Il suo fratellino anche lui cieco ad un occhio ha trovato casa a Roma, mi aiutate a sistemare anche lei?
È vaccinata e Fiv/Felv negativa. 
Adottabile a Roma, Firenze, Genova, La Spezia, Bologna, Modena, Milano, Brescia dopo colloquio preaffido.
NO giardino, cortile e piano terra.
Per info: Loredana 3478533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
È gradita una lettera di presentazione al 200869@libero.it


ROMA: COCCOLO, GATTINO DOLCISSIMO!

Vi presento Coccolo, gattino affettuosissimo di circa due mesi.
Si affida dopo il primo vaccino, per ora solo a Roma, dopo il secondo vaccino anche a Firenze, Bologna, Modena, Genova, La Spezia, Milano, Brescia dopo colloquio preaffido.
NO giardino, cortile o piano terra.
Per info: Loredana 3478533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
È gradita una lettera di presentazione al 200869@libero.it

ROMA: GATTINA BIRBA DOLCISSIMA E TENERISSIMA!

Birba è stata abbandonata a Fiano Romano pochi giorni fa, era sola spaurita e piangeva sempre, era in cerca di cibo, ma nessuno glielo dava, era al freddo fuori e cercava disperatamente la sua mamma, di sicuro viveva in casa perchè il suo pelo è morbido e pulito, evidentemente dava fastidio a qualcuno e l'hanno abbandonata, la piccola tigrotta adora le coccole e ti sta sempre vicino in cerca di contatto, ha circa 3/4 mesi l'ho presa subito salvandola dalla strada e per ora sta a sicuro a casa mia, verrà vaccinata ed è stata sverminata e spulciata, ma cerca adozione al più presto in quanto ho altri gatti e non posso tenerla a lungo.
Adottabile a Roma, Firenze, Genova, La Spezia, Modena, Bologna, Milano, Brescia dopo colloquio preaffido.
Loredana 3478533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
È gradita una lettera di presentazione al 200869@libero.it

ROMA: ADOZIONE DEL CUORE PER BABY GATTINO CIECO DI DUE MESI!

Baby ha solo 2 mesi, è dolce e affettuoso. Purtroppo per i suoi occhietti non c'è stato nulla da fare. Vi prego di girare il suo appello, urge un'adozione!
NO giardino, cortile o piano terra.
Info: Loredana 3478533764 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
Monia 3200717964 (NO SMS, per motivi di lavoro non sempre posso rispondere)
È gradita una lettera di presentazione al 200869@libero.it

martedì 19 novembre 2013

Diario al femminile


NOVEMBRE 2009


Sto facendo due chiacchiere con una mia collega che mi dice che per Natale regalerà a sua mamma un micio con 3 zampine. La cosa mi colpisce particolarmente, anche perché (detto tra noi) la mia collega non mi stava simpaticissima, fino a quel momento...Scopro tra l'altro che fa la volontaria nei gattili e da brava "affibbiatrice" di animali bisognosi capisce subito che con me potrebbe trovare terreno fertile.... Me la butta li...se vuoi regalo anche a te un micio per Natale...Il pensiero mi sfiorava effettivamente da un po' di tempo, erano diversi anni che non avevo gatti, dopo la morte della mia Micia alla veneranda età di 18 anni!!! Siccome sono fatalista, ho pensato fosse un segno preciso che il momento giusto era arrivato. Le chiedo solo una cosa: "ti prego, non farmi mettere piede in un gattile perché altrimenti sto male, inizio a piangere e a sentirmi impotente verso tutti quegli esserini...". "No problem, penserò a tutto io, tu aspetta li tranquilla"...Si, si, tranquilla....Appena arrivo a casa informo il mio compagno (eravamo insieme da pochi mesi in verità) della news e lui è contento quanto me. E come se il micio dovesse arrivare immediatamente, predispongo già il punto pappa corredato di tovaglietta, ciotola per la pappa e per l'acqua. Dopo qualche giorno arriva la proposta, cosi, buttata li...."e se invece di uno te ne regalassi due??" Eeeeehhhhh??? "Sai, ci sono due fratellini, non li vogliono separare"....oddio...il mio solo dubbio è che vivo in 45 mq...la sua risposta disarmante è: "meglio 45 mq che una gabbia!!" Inattaccabile, ma ancora con qualche dubbio ne parlo a Christian e lui, sorprendentemente, ne è entusiasta!! "Si, si, cosi si fanno compagnia!!!" Sono in minoranza...ok, vada per due!!! E ha inizio l'attesa, ad un certo punto penso pure se ne sia dimenticata, perché non accenna più a nulla....Io non ho nemmeno idea di come saranno i mici, né il sesso, né il colore, né l'età...nulla....E finalmente domenica 20 dicembre, appena rientrata a casa dal lavoro, con la neve che iniziava ad imbiancare tutto, arriva la sua telefonata. "Non muoverti sto arrivando!!!!!" Yuppieeeee, finalmente!!!! Il cuore mi esplode mentre le intravedo dal trasportino...una bianca e nera 
Greta

e una tigrata marrone,


Marilyn
per me le micie più belle che avessi mai visto!!!! Mi racconta brevemente la loro storia: sono due presunte sorelle, quindi due femmine di 4 mesi, arrivate dalla Sicilia, tolte da una volontaria da una discarica pericolosa in cui spesso abbandonavano i mici...Erano al gattile di Galliate. La bianca e nera che chiameremo Greta è terrorizzata e scappa subito sotto il letto, mentre l'altra Marilyn, è subito a suo agio e gironzola tranquilla per casa...Inizia cosi la nostra nuova vita da genitori e ancora oggi, mi chiedo come abbia potuto rimanere tanti anni senza un micio accanto a me...Ma questo è solo l'inizio....non avevo idea di avere in casa un "gattaro" sfegatato!!!! E' lui, infatti che mi mette una nuova pulce nelle orecchie...

NOVEMBRE 2010

Si sussurra di allargare la famiglia (pelosa ovviamente) e il più convinto è sempre Chri...io ho i miei soliti dubbi, la casa è piccola...ma mi faccio convincere in fretta e inizia la ricerca sul web di un nuovo micio bisognoso...l'unico elemento selettore che mi impongo è il colore: ho sempre desiderato un gatto rosso...Eh..fosse semplice....ce ne sono davvero una marea, tutti hanno bisogno, come si fa a creare una scala di priorità?? Ma poi la vedo....si può dire tutto, tranne che l'ho scelta per la sua bellezza, perché era veramente uno sgorbietto...magrissima, tutta bocca dello stomaco dilatata e ossa, occhi spenti e sporchi, il musetto pieno di macchie nere....ma ho iniziato a piangere e ho deciso che avrei voluto lei...la didascalia diceva che non la voleva nessuno perché era bruttina e imploravano uno stallo, nell'adozione nemmeno ci speravano...Cosi, ancora tra le lacrime, mando subito una mail a una certa Loredana ;-) che mi chiede una cosa che mi manda un po' nel panico: "avete casa col giardino?" Ecco, lo sapevo...ora mi diranno no, perché ho la casa piccola e senza giardino...E invece con mia somma sorpresa è la risposta che voleva, quindi nel giro di qualche giorno vado in Arca per il colloquio (superando anche il mio disagio a entrare nei gattili) e la domenica stessa c'è pronta già una staffetta!!!! In realtà Sofia (cosi la chiameremo in onore a Napoli) non è una pura Mici di Lory, loro spesso aiutano i gatti di Napoli e Sofia è una di loro. Domenica 21 novembre andiamo in Arca e io, senza nemmeno saperlo, mi dirigo verso una gabbia, dove c'è uno scricciolo che appena mi vede inizia a miagolare intensamente...beh...tra tutte le gabbie che c'erano...io sono andata direttamente verso la sua senza neanche averla vista...La vedo, la riconosco e inizio a piangere di gioia e anche di pena per tutto quello che può aver passato questa micina di circa 4 mesi...L'inserimento è un po' traumatico, non avevo molta esperienza e nessuno mi aveva preparata a quello che successe: Marilyn non uscì dalla camera da letto per 3 giorni e si rifiutò di mangiare, mentre Greta era un pochino più tollerante. Ma piano piano si creò un nuovo equilibrio e ora Sofia è amata da tutti perché è veramente una micia dolcissima!!!
Sofia
E tra l'altro rimane l'unica mia gatta che ho "scelto", perché le altre mi sono semplicemente capitate...Da qui mi si è aperto anche il mondo delle gattare su facebook, tantissime realtà che ho iniziato a seguire grazie a Lory e alle volontarie delle varie pagine di fb.


GIUGNO 2011



Proprio sotto casa mia vedo un batuffolino di pelo nero...morto...se solo lo avessi trovato in tempo, se solo lo avessi trovato in tempo...non me ne faccio una ragione!!! Dopo qualche giorno, da casa, sento miagolare disperatamente giù nella strada, mi affaccio e vedo sfrecciare tra le macchine un cosa colorata...sente anche il mio vicino e memore di quello che era successo al micio nero (probabilmente il fratello) gli chiedo di aiutarmi a prenderla...non finisco nemmeno la frase e lui è già giù con in braccio Chloè, una splendida tricolore!!!
Chloè


Tra l'altro questa primavera il mio vicino ha preso una cagnolina e l'ha voluta chiamare anche lui come lei, cosi ora abbiamo due Chloè che guarda caso, sono due pazze scalmanate!!! Comunque andiamo dalla vet, la piccola sta bene, ha solo le orecchie molto sporche e si torna a casa.


GIUGNO 2012



Un collega al lavoro, mi dice che da un camion è schizzato fuori un gattino che si è rifugiato nel magazzino... chissà perché lo ha detto a me?? :-)) Cosi, tanto per, mi avvicino al magazzino (che è semicoperto ma dà sull'esterno) e inizio a chiamare:  "micino...micino..." Sbuca tra le sbarre un musetto piccolooo... gli metto un po' di pappa (ne ho sempre in macchina perché sempre al lavoro ho una piccola colonia che accudisco) e spero che esca fuori...ma non è stato cosi semplice... ci son voluti 3 giorni di appostamenti, io senza esperienza di catture, iniziavo a perdere le speranze, anche perché mi pareva che il micino zoppicasse un pochino...Ma il terzo giorno, grazie anche a 2 colleghi, riesco a prenderla...affamatissima e, scoprirò più tardi dal vet, con un pezzo di zampina posteriore mancante. Il vet ha detto che le è andata bene, perché ancora un po' e la zampina si sarebbe riempita di larve e mosche e li ci sarebbe stato poco da fare...Ci dice che se vogliamo provare a medicarla noi giornalmente, si potrebbe evitare l'amputazione e cosi facciamo...Per 4 lunghi mesi, la nostra combattente, Nikita, una bellissima tigrata/maculata grigia, si fa medicare la zampina e pur mancandole un bel pezzetto, le evitiamo l'amputazione!!! E' claudicante, ma salva.
Nikita
Che dire...con 5 femmine, sarebbe ora di trovare un maschio no?? ;-)

By Elena

Finalmente un gatto, anzi due!



Tutto è cominciato ben 41 anni fa!!! No non vi racconterò della rava e della fava, state tranquille, ma della nascita di un amore, del primo amore, quello che non si scorda mai. 
Ero bambina quando nel cortile sottostante, in mezzo ai tronchi di una falegnameria arrivò una bellissima gatta: bianca, con le orecchie macchiate. La bimba del piano di sotto me la fece sotto il naso e per prima le diede il nome, Duchessa. Non passò molto tempo ed ecco 3 cuccioli. Due morirono quasi subito. Il terzo, bello, morbidoso, bianco e nero col muso tondo e gonfio di pelo come un orsetto, Puffo, sparì ahimè dopo pochi mesi. 
Io ci parlavo con i gatti, stavo ore ad osservarli, e Duchessa si dimenticò con me di essere selvatica…Poi la falegnameria chiuse, il cortile divenne parcheggio, ma l’amore per i mici rimase, insieme al rimpianto per Duchessa e Puffo… e poi… direte voi? Poi basta, in casa niente animali diceva mamma. Finalmente a 49 anni una casa mia: ecco la cucina, la 
libreria, le piante..... tutto a posto? No, mancava il Micio. 
Ma, no, forse non è il caso, povera bestia. Io faccio i turni, a volte gli orari sono lunghi, si annoierà tutto solo…Giusto, ma, allora prendiamone due! Beh, mica facile dalle mie parti. In centro ormai animali liberi, manco a pagarli. Al fiume sì, 
un cucciolotto bellissimo, anche lui pelo fitto, tricolore con 
dell’  arancione; peccato non è un gatto, è una scheggia... Comincio a curiosare su internet. Ecco: bellissimi, quanti! Ma come faccio ad andare a prenderli sono troppo lontani. Ecco, questi si, che belli, sono a Savona, Genova, fino a lì ci arrivo. Ok scrivo. Mi risponde gentilissima una certa Loredana e mi dice che i gatti sono a…ROMA (sì, lo so, la conoscete anche voi questa storia). Ci parliamo, vedo anche altri mici e micie, altre due coppie. Maya è proprio bella,

 .....però l’hanno riportata indietro perché il veterinario ha detto che era una iena (ma Lory dice che il veterinario non capiva niente), Max è bellissimo anche lui, ha due occhi da furbetto. 

Sono descritti come timidini, soprattutto per lui ci vorrà del tempo… E se prendessi lei con un altro micio, o quell’altra coppia?... A questo punto parlo al telefono con Lory e lì esce  la classe della vera gattara, quella che consapevolmente o meno sa farti voler bene da subito al “TUO” micio: “ho deciso di affidarli insieme anche perché  Maya me l’hanno richiesta 3 volte ma Max non lo chiede “NESSUNO”.” Come nessuno? Quel batuffoletto peloso e impertinente non avrà mai una mamma umana? Allora è mio! Colloquio con la dolcissima Cinzia,   la volontaria di riferimento della mia zona, poi finalmente arrivano a Genova, a Febbraio di quest’anno. 
Sono stati  accompagnati da un giovanotto gentilissimo , insieme ad altri tre o quattro micetti. A casa (è destino), i nomi li sceglie mia mamma: Pucci e Mao Pistacchio. Certo qualche dubbio mi è venuto: ma non potevo prendermi due gatti già socializzati, 2 mici da grembo, come si suol dire, invece di questi 2 asociali? Ma il dubbio è durato pochissimo, il tempo di fargli realizzare che questa è la loro casa. Sono dolcissimi, educatissimi e da un mesetto addirittura si contendono il venire in braccio. 

Certo tra albero tiragraffi alto quasi al soffitto, gattaiola, cuscini, cucce, tappeti, fontanella e quant'altro mi son giocata le ferie, ma che importa girare il mondo? Non serve più, ogni micio è un mondo a sé, un mondo nuovo, tutto da scoprire… Miaoo a tutti da Graziella, Pucci-Maya e Mao-Max

domenica 17 novembre 2013

TUTTI I GATTI HANNO DIRITTO AD UNO STALLO!



Giugno 2007. Una bellissima micia dal manto bianco neve e dagli occhi color verde mare cammina elegantemente per le strade di quartiere e ad ogni suo passaggio lascia una scia di profum… ehm, sto esagerando? Eddai, è vero che ho il pelo bianco e gli occhi verdi… si certo, lo so, la storia del profumo avrei potuto evitarla. Cercherò di raccontarvi i fatti senza soffermarmi sulla mia bellezza naturale.
Avril


Non ricordo perché mi trovavo in strada, forse mi ero persa. All’improvviso vidi due bipedi dall’altra parte della strada e corsi loro incontro. La bipede femmina mi guardava con gli occhi sgranati ed il bipede maschio si accovacciò verso di me. Capirai, è stato  un invito ad un superlativo banchetto di nozze a base di salmone per me. In un attimo atterrai sulle sue gambe e mi feci strapazzare di coccole per un po’. Che bello essere avvolti da una mano desiderosa di accarezzarti, mi ero quasi scordata di questa bella sensazione. Chiesi loro di aiutarmi e di portarmi via da li: mi ascoltarono  e così, dopo aver parlato con quell’aggeggio tanto amato dagli umani ( visto che se lo tengono sempre così incollato all’orecchio) mi fecero salire in una di quelle cose di ferro che mi avevano dato un po’ di riparo nei giorni precedenti.

Arrivai in una casa: c’era tanta gente, tutti che mi coccolavano, che cosa fantastica! Visto che c’erano altri due miei simili mi impettii tutta per far capire loro chi avrebbe comandato. Se la ridevano, sti ciccioni, mi dissero  di far poco la spavalda, che tanto sarei stata lì per poco,  che ero “uno stallo” e quindi di passaggio. Dopo due mesi, in effetti, sono andata  a vivere a casa dei miei due salvatori che mi raccontarono (sono sorda ma riesco a leggere il labiale), che uno dei due mici che era con loro aveva terminato il suo compito sulla terra dopo ben 19 anni e che io, ora, facevo parte della loro famiglia.

Il mio stallo era finito.

Ah, che favola, cibo buono, coccole tutto il giorno e mega pennichelle. Fortuna che l’altro micio non è un rompino, ognuno al suo posto, che delizia!

Poi, all’improvviso, arrivò una micia e dopo pochi giorni sparì nel nulla. Mah… del resto non aveva avuto molta importanza, ne sentivo solo l’odore visto che era sempre rimasta chiusa in cameretta.

Altri mesi passarono ed arrivò un’ altra micia che puzzava di veterinario, uhm… che strano però, stavolta l’hanno messa sul divano. Sul MIO divano! Era tutta ossa, le riuscivo a contare le costole. Mamma la curava con amore fino a che non cominciò a migliorare ed un giorno mi disse che sarebbe rimasta con noi. Va beh..in fondo ne ha passate tante, basta che non mi rompa però!

Ma non era finita lì. Mentre ronfavo, un pomeriggio, il mio nasino perfetto si arricciò. Uhm….cos’è quest’odore? Aprii un occhio e mi trovai una palla pelosa che correva per tutta casa. Eh no eh…un cucciolo no!!! La mia pazienza ha un limite, sto coso gira ovunque e vuole accucciarsi vicino a me, qualcuno può spiegarmi che sta succedendo??? Stallo??..seeee..ma se papà dice che lo vuole tenere… Mamma,lo porti via? Me lo prometti? “Si, tranquilla, stiamo solo dando una mano alla zia Lory, fai la brava però”. In effetti un giorno lo mise nel trasportino ed andò via…. dopo poco tornò con il trasportino vuoto ma io andai ad annusarlo per sicurezza fino a che non mi ci addormentai.

Un giorno arrivò un gatto che, più che ad un elegante felino, somigliava ad un pachiderma muccato, Giuliano si faceva chiamare. Che tipo quello, gli dicevi le cose tremila volte e lui ti guardava con gli occhi da pesce lesso, sapeva solo strusciarsi a mamma e papà che l’adoravano ed a giocare con quella finta malata ormai guarita di Maggie, sua simile peraltro.
 
Giuliano e Maggie
 - Che appiccicoso che è, e guarda papà come se lo coccola… e poi che palline…dice che se lo vuole tenere..EH NOOOOOOOOO, DAIIII….meno male che la mamma non vuole, è ancora sofferente per la perdita di Neo, mio fratello di soli 6 anni, niente adozioni dice, solo stalli.- Sto cretino di Giuliano sai che fece allora? Si ammalò e qui tutti piangevano perché  stava dentro una gabbia e stava molto male. Cercavo di consolarli ma finché non fu fuori pericolo non si dettero pace. Finalmente arrivò il momento del suo ritorno a casa e negli occhi di mamma si vide la felicità.  In quell’ istante ho tremato un po’ :-Mò vedi tu che questa se lo vuole tenere…stai a vedere che sòla che mi danno.-  Un giorno, però, un BEL GIORNO, uscì di casa con il pachiderma muccato in un  trasportino e al suo ritorno non c’erano né Giuliano né il trasportino. Rideva e piangeva …é un po’ matta la mia mamma.

Che vi devo dire, gatti che vanno e vengono da questa casa ce ne sono tanti… Pallino giocava sempre a nascondino e sua madre si arrampicava sui mobili altissimi. Quel mucchino di Thomas aveva paura di tutto e mi divertivo a fargli BUH all’improvviso per farlo saltare all’istante. Tutti simpatici e bravi per carità, soffiavo e stavano al loro posto, tutto sommato gli affaracci miei me li facevo. C’è stato anche un periodo in cui dovetti fare tante fusotte a mamma e papà perché quella cretinetta di Maggie decise di andar via per sempre… le volevo pure bene a sta scemetta tira baci!!

Dopo una dozzina di andirivieni di tipi buffi, timidi, giocherelloni o ciccioni, mi ci mancava la rompiscatole. Appena arrivata voleva comandare a casa mia. No, dico, A CASA MIA!!  “A belllaaaaa, tornatene  a Tivoli de corsa che sennò te faccio le meche su sto pelo rosso che ti ritrovi!!! Qui comando io e pè fattelo capì meglio una bella pisssssiatina nella cuccia nun te la toglie nessuno, tiè! Sta Annabel che de bell non c’ha manco un unghia!!”
Annabel
La roscia capì l’antifona e si rimise subito al suo posto. La mamma invece era preoccupata per me e giù tante coccole tutte mieeeeee!!! Bene bene….quindi pipì=coccole….ih ih ih

Rossi, grigi, muccati, tricolori, neri..ma tutti da qui devono passare? Posso pure sorvolare su quelli a “tempo determinato” ma ce sono alcuni che rimangono qui anche per tanto tanto tanto tempo…..ma non ce l’hanno una casa (ehm..forse non ancora ), ma nessuno glielo ha spiegato il significato della parola STALLO??? "Emily, Alessia, Lulù…dovete da sloggiareeeeee!!!!!!!!" Che pazienza che ci vuole, qui tra gatti e umani mi sembrano tutti matti!

Nel frattempo i miei genitori mi portano due souvenir dalla Sardegna, Cara e Sau,….pieni di pulci pulcissime. Dicono che gli cercheranno casa ma quelli a casa già erano arrivati. Mamma ha dovuto cedere alla ormai frase di prassi di papà : Ce li teniamo? ….Mah, mi chiedo perché ancora mi stupisca di tutto ciò!!

A questo punto serviva una mossa strategica per farmi rispettare da tutti in modo definitivo ed allora mi ingegnai per mettere in atto il mio piano diabolico ed anarchico.

Salita di soppiatto sul lettone e feci una mega pipì sul cuscino di mamma: così megalattica non me l’aspettavo neanche io ma ne rimasi orgogliosa….almeno fino a quando non vidi volare, più veloce della luce,  un oggetto verso di me che feci appena in tempo a schivare. Ok, la ritirata sarà poco anarchica ma serve a salvare la messa in piega della pelliccia!

Aspettai  mamma  in salone, ma nulla…..niente coccole stavolta. Era decisamente arrabbiata.

L’ indomani, la mamma mi prese in braccio e mi chiese di ascoltarla. Mi raccontò la storia di una micia bianca, con gli occhi verdissimi, un profumo meraviglioso e sorda  che si era persa per le vie del quartiere e che aveva avuto la fortuna di incontrare delle persone che erano state disposte ad ospitarla fino a quando non era arrivata l’adozione definitiva. La micia (parlava di me, l’avevo capito!) doveva essere grata di quello che aveva avuto e doveva essere molto comprensiva se la sua casa era diventata  un luogo dove si fa lo stallo per tanti mici che accarezzano finalmente la possibilità di avere un futuro felice, perché sai TUTTI I GATTI HANNO DIRITTO AD UNO STALLO!

La mamma ha ragione. Tutti devono avere una possibilità. Resta il fatto che, A CASA MIA COMANDO IO, sappiatelo mici in stallo. Nun v’allargate, è chiaro????

 By Monia

venerdì 15 novembre 2013

Pantera in regalo!




E finalmente scrivo anche io, ce l’ho fatta a diventare  un' adottante dei Mici di Lory!
La storia inizia a gennaio 2012 quando, dopo 22 anni di onorato servizio, vengo licenziata e mio malgrado mi ritrovo senza lavoro. Purtroppo visto che anche mio marito aveva dovuto chiudere un' azienda trentennale sei mesi prima, ci siamo ritrovati in seria difficoltà. Serviva un’idea, per cui, vista la mia attività di volontariato e il mio amore per gli animali, mi venne spontaneo provare a conciliare la possibilità di trovare la maniera di guadagnare qualche soldino ospitando dei pelosi. Iniziai così a far girare la voce che facevo pensioni casalinghe per animali. Non ricordo come successe, ma un bel giorno ricevetti una chiamata da parte di Loredana che mi chiedeva di ospitare in pensione  i suoi mici. Ovviamente, aveva bisogno di mettere al sicuro molti  gatti con i soliti pochi fondi…... Ci riflettei un po’ ma nemmeno tanto, in fondo amo tutti gli animali, stare con loro mi rende felice.  In quel momento avevo bisogno di soldi è vero, ma anche di sorridere: il mio morale era sotto i piedi e stare insieme ai gatti mi faceva stare bene, così accettai. Loredana allora cominciò a far arrivare i gatti. Erano di tutti i tipi, piccoli, grandi, malati da curare ma tutti dolci  e impauriti tolti tutti da situazioni di grave pericolo. Finalmente mi sentivo utile, curare tutti quei gatti bisognosi mi faceva stare bene. Da quel momento da casa mia ne sono passati tanti, molti adottati e altri di passaggio, finchè un giorno arrivò Gino.... neanche due mesi di microbo, 450 grammi di microgatto tirato fuori da motore di una macchina a Napoli. Non avevo piu' posto nelle stanzone dove tenevo i gatti di Loredana, per cui l’unica alternativa fu di  tenerlo in giro per casa con i miei cani e gatti.  Tutti i miei animali sono trovatelli, salvati da vari situazioni non proprio belle: un cane l'ho salvato sull'autostrada, gli avevano tagliato un pezzo di lingua ed era stato torturato con una sigaretta per poi abbandonarlo sull'A1. L'altro era stato abbandonato davanti casa mia a 6 mesi, una gatta era stata salvata a un mese ( l’avevo trovata raffreddatissima e mezza morta all'entrata di un supermercato sulla Nomentana) e l'ultima aveva seguito mio marito e i miei cani fino a casa. Tutti rimasti con me, vivono d'amore e d'accordo. Dato che da casa mia spesso passano altri animali salvati da varie situazioni, i miei pelosi ormai accolgono tutti, sia gatti che cani con strusciatine e bacetti vari. Gino sin da subito si è rivelato un gatto che non ha paura di nulla, per farsi grande attaccava addirittura i  miei cani che, pazienti e rassegnati, sapendo che era un piccolo guerriero, lo lasciavano fare.


Il microbo in poco tempo è diventato  il padrone incontrastato di casa,  il capo che mette sull'attenti tutti, mentre cresce amato e viziato e mangia 24h al giorno!


Mentre lui era impegnato a diventare bellissimo

e  a dare il tormento a quei santi dei miei pelosi, a luglio di quest'anno  un cucciolo di cane di due mesi ha tentato di farsi investire buttandosi sotto le ruote della mia auto... Son scesa di corsa dall'auto per controllare che fosse tutto a posto e non sapendo dove metterlo me lo son portato a casa. E’ stato amore a prima annusata…. Gino ormai aveva 4 mesi ed era diventato un bel panterino. Come ha visto il cucciolo ha iniziato a leccarlo mentre  il piccolo si rannicchiava fino ad addormentarsi appiccicato a  lui. Passavano i giorni, Gino e Picchio (così ho chiamato il cucciolo),crescevanono insieme e ormai erano inseparabili.

 Giocavano sempre insieme e  si facevano vicendevolmente le coccole, fino ad addormentarsi.... Loredana, ha iniziato a tentare di blandirmi dicendomi che ero l'unica a non aver  ancora adottato un suo micio, che avrebbe dovuto mandare la mia dolce pantera a Genova dove avrebbe potuto avere qualche possibilità in più di essere adottato. Nel frattempo in famiglia avevamo deciso che Picchio sarebbe rimasto con noi perchè nonostante gli appelli, nessuno si era proposto per l’adozione a causa del problema che ha (Megaesofago).  Avevo grandi dubbi a tenere anche Gino, ma al tempo stesso mi ero affezionata a lui, al suo saltarmi sulla pancia la mattina e svegliarmi facendo il trattore, al suo chiedermi i crocchi ogni 5 minuti portandomi dove lui sa che glieli metto e facendomi capire che ha fame, al suo modo di farsi coccolare e coccolarmi. Non volevo lasciarlo andare...finalmente mi son convinta, ma l'ostacolo più grande era il marito: siamo a quota 3 cani e due gatti per lui sono gia' troppi. Un altro animale non è possibile ed è stato categorico...BASTA ANIMALI....Potete immaginare quanto ci sia rimasta male. Dovevo trovare una soluzione, non potevo, non volevo separarmi da Gino… pensa e ripensa  mi è venuta un'idea, e ho architettato tutto...si stanno avvicinando Natale ed il mio compleanno per cui, ho iniziato a tampinare mio marito: “ Amoreeee, visto che per regalo anticipato di Natale mi son tenuta Picchio, per regalo anticipato di compleanno, sai CHI voglio?” Ovviamente lui ha tentato di resistere, ma quando per due giorni di seguito non senti altro che la stessa litania in cui si cantano le lodi di un micio, guardi il povero Picchio e ti senti dire che non gli si può togliere il suo migliore amico, un pover’uomo cosa può fare? Capitola!!!! Alla fine lo sfinimento la vinse! Ginuccio è diventato il regalo per il mio compleanno……che sarà a Gennaio!!!!!
By Donatella